• Decrease font size
  • Reset font size to default
  • Increase font size
  • Qualità
  • Sicurezza
  • Garanzia
  • Rapidità di risposta
  • Diminuzione dei costi
  • Soluzioni Ecosostenibili
  • Utilizzo di materiali riciclabili
  • Risparmio energetico
Guida alla Sicurezza delle Imprese PDF Print E-mail

Perché la "Sicurezza" é importante?

Nel campo della sicurezza, i problemi maggiori sono dovuti al fatto che nessuno pensa di poter essere vittima di qualcosa di spiacevole, finché non succede. La verità è che queste cose succedono, e più spesso di quanto non si pensi. In base alle indagini compiute dal Computer Security Institute e dall’FBI, si calcola che il 90% delle grandi aziende e degli enti governativi degli Stati Uniti abbia rilevato, nel 2002, una qualche violazione del proprio sistema informatico. Di queste aziende ed enti governativi, l’80% ha subito come conseguenza delle perdite finanziarie.

Molti proprietari di piccole aziende pensano di non doversi preoccupare troppo della sicurezza. Ritengono infatti che una piccola azienda non costituisca un bersaglio appetibile se confrontata con le grandi aziende. Benché sia innegabile che le piccole aziende non vengano attaccate con la stessa frequenza di quelle più grandi, questo ragionamento presenta tuttavia tre difetti. In primo luogo, le piccole aziende vengono spesso coinvolte in attacchi condotti su larga scala, quali la diffusione massiccia di un worm o il tentativo di reperire quanti più numeri di carta di credito possibile. In secondo luogo, dato il progressivo aumento del livello di sicurezza presso le grandi aziende, quelle più piccole rappresentano per i pirati informatici un bersaglio sempre più invitante. Infine, il ragionamento di cui sopra si basa sulla convinzione che tutti gli attacchi provengano dall’esterno.

Indipendentemente dai motivi o dalle modalità dell’attacco, le operazioni di ripristino comportano sempre un notevole dispendio di tempo e risorse. Pensa a cosa succederebbe se il tuo sistema informatico fosse fuori uso per una settimana. Pensa a cosa succederebbe se tutti i dati memorizzati sui computer aziendali andassero perduti. Pensa infine a cosa succederebbe se il tuo maggiore concorrente potesse procurarsi un elenco dei tuoi clienti, completo di cifre e note sulle vendite. Quando tempo ci vorrebbe prima di rendertene conto? Quanto costerebbero alla tua azienda violazioni di questo tipo? Saresti in grado di far fronte alle perdite?

È una semplice questione di buon senso. Di certo non lasceresti l’ufficio aperto la notte. Lo stesso vale per la protezione delle informazioni. È sufficiente tuttavia qualche semplice accorgimento per limitare la propria vulnerabilità. Gli esperti fanno sembrare tutto più difficile e complicato di quanto non sia in realtà, comprese le nozioni di base della protezione. Fortunatamente, però, proteggere la propria azienda è più semplice di quanto non si pensi.

Certo, la protezione assoluta al 100% non può essere garantita, la perfezione non è di questo mondo, ma è comunque possibile raggiungere un livello di protezione ragionevole ed essere pronti qualora si verifichino delle violazioni. Valutare correttamente rischi e conseguenze in rapporto ai costi della prevenzione è comunque un ottimo inizio.

Loris Calipari